Alien Brigade – Atari

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Infiltrati alieni

Uscito nell’ultima fase vitale di Atari 7800, Alien Brigade è uno shooter che ci vede alle prese con una invasione aliena. Particolarità delle terribili creature è quella di essere dei body snatchers, capaci di controllare i corpi dei notri commilitoni che ci ritroveremo a sterminare tentando però di evitare vittime civili e di uccidere quindi i nostri stessi uomini.

Il gioco è divertente, certo, offre un divertimento puramente arcade di breve durata e senza grosse sorprese, l’idea però funziona bene e l’ambientazione risulta interessante, specialmente con i giudizi spietati che ci darà il nostro superiore al termine di ogni livello.

Alien Brigade è un classico Atari, un titolo che nel 1990 riusciva ancora a dire la sua e che diventa oggi un piacevole passatempo, soprattutto per i collezionisti di console retrò.

Il gioco vanta una grafica accattivante, niente di sbalorditivo ma comunque un comparto tecnico valido, la parte sonora è estremamente minimale ma riesce a fare il suo dovere e a segnalarci in modo chiaro i civili e i coli che vanno a segno correttamente.

Sparatorie aliene dal passato

Alien Brigade è un tuffo nella nostalgia, un prodotto con una sua identià nonostante non differisca molto da altri titoli del genere e ricalchi più o meno Operation Wolf.

Il gioco sfrutta al meglio il comparto tecnico della tarda Atari, e riesce a offrire un’esperienza ludica interessante, in particolare nei livelli più avanzati dove la presenza aliena diventa più sostanziale e dà sfoggio di creature bizzarre e mostruose.

Un gioco nella media che diventa must per i nostalgici e curiosità per i neofiti, un titolo che ha segnato comunque la storia del genere su Atari e che resta una solida esperienza di shooting selvaggio in stile sala giochi.

Da recuperare per i fanatici Atari, da valutare per tutti gli altri che potrebbero giocarlo sulle varie versioni disponibili online.