Aliens – Arcade

  • Presentazione
  • Grafica
  • Sonoro
  • Giocabilità
  • Longevità

Nel 1990, ma ancora oggi dopo trent’anni, la popolarità del film Aliens era ancora a livelli altissimi dato che stiamo parlando di un autentico capolavoro della fantascienza. Lo sapeva bene Konami, che portò nelle sale giochi uno sparatutto ispirato alla stessa pellicola, benché molto diverso per design e svolgimento. Nonostante le molte differenze e concessioni rispetto al cinema, resta tra i migliori adattamenti del fim.

AliensControllando Ripley, assieme a Hicks se giocavamo in due, si dovevano spazzare via centinaia di xenomorfi sull’ormai celebre colonia LV-426, infestata dagli stessi alieni. Lo svolgimento dell’azione era da tipico sparatutto a scorrimento, con i nemici che entravano nello schermo da tutti i lati e i protagonisti impegnati a sopravvivere grazie alle loro armi. Rispetto alla massa di titoli simili, Aliens poteva però contare su diversi tocchi di classe.

Il primo era la varietà, dato che passavamo dall’esplorazione dei classici condotti (con tanto di rilevatore di movimento) alla guida di un carro armato in soggettiva. In pochi minuti, all’interno di qualsiasi scenario, il titolo Konami cambiava totalmente struttura o ambientazione cogliendo sempre di sorpresa il giocatore. Supportato dagli ottimi controlli, dalla buona grafica e dalle musiche orecchiabili, il gameplay restava sempre su ottimi livelli.

AliensNonostante i colori molto vivaci e lo stile grafico fumettoso, non mancavano i richiami alla pellicola, ad esempio nel livello ambientato sull’ascensore. Oppure nelle armi, tutte ispirate al film, e nella presentazione che recuperava diversi fotogrammi dello stesso classico. Benché fossero spariti la tensione e l’atmosfera horror dell’originale, i fan della pellicola avevano comunque di che gioire.

Per motivi tuttora ignoti, nonostante il buon successo ottenuto in sala, Aliens non venne mai portato sui sistemi da casa. Probabilmente, come abbiamo visto in seguito per altre conversioni, c’erano problemi burocratici con la licenza del film. Ma è comunque un peccato perché finì per sparire dalle scene troppo in fretta quando avrebbe invece meritato più diffusione e altri capitoli. Magari senza alieni rosa, questo sicuramente.