Area 51 – Arcade

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Area 51

Se avete intenzione di entrare nell’Area 51, allora questo arcade fa per voi.

Uscito nel 1995, Area 51 ci vede alle prese con un’invasione aliena all’interno della celebre base americana.

Nei panni della pattuglia speciale STAAR, ci troveremo a sparare a destra e a manca, cercando di non colpire i nostri commilitoni.

Area 51 è un classico shooter con pistola arcade, un titolo forte di un rendering dei personaggi e di attori reali che rendono tutto il prodotto più unico e caratterizzato.

All’epoca, Area 51 diventò un vero e proprio cult, in particolar modo per le celebri sequenze che vedono personaggi reale sovrapposti e mondi virtuali.

Il gameplay è molto classico e ci vede affrontare alieni, uomini tramutati in zombie e altre amenità dello spazio profondo.

Il gioco ci porterà nelle diverse aree della base segreta americana fino a raggiungerne il cuore per attivare la sequenza di autodistruzione nucleare e porre fine all’invasione aliena.

Certo, vederlo oggi può fare sorridere, Area 51 vanta però un gran numero di fa e rimane uno degli shooter di questo genere più memorabili e particolari.

Un prodotto innovativo

Sotto il punto di vista tecnico Area 51 è davvero innovativo.

Gli attori umani si uniscono infatti a sfondi 3d realizzati con stile e capaci di immergere il giocatore nell’atmosfera della base.

Non male anche la direzione artistica, tamarra oltre ogni limite ma che si sposa molto bene con il prodotto finale.

Area 51 è un gioco da ricordare, non vi darà troppe gioie giocandolo adesso dopo tutti gli anni passati.

Se per caso però vi trovaste di fronte a un cabinato originale, le cose cambierebbero radicalmente.

Un prodotto interessante che sente il peso degli anni ma che rimane memorabile per la sua ambientazione e le trovate tecniche studiate per renderlo ancora oggi quello che è.

Da riscoprire, senza dubbio, per ufologi e non.