Back in 1995, l’horror retrò che ci riporta all’alba del genere

Ritorno all’orrore

Back in 1995 si prepara a sbarcare su Nintendo Switch.

Il gioco, in uscita su eshop il prossimo 24 Maggio sceglie la via della grafica dell’era 32 bit per raccontare una vicenda inquietante che si dipana nel corso di circa 2 ore.

Il richiamo ai titoli dell’epoca e alla classica struttura survival horror è forte ma non limita il gioco a un omaggio.

Ci troviamo infatti di fronte a una produzione con una forte identità personale che sfrutta la grafica del passato come ulteriore strumento estraniante.

Il titolo infatti riesce a creare momenti di sana tensione e a inquietare il giocatore con la sua atmosfera deviata e la struttura labirintica della narrazione.

Un gioco che potrebbe fare la gioia dei nostalgici del survival horror, ma anche di tutti coloro che vogliono provare l’esperienza di un prodotto horror fuori dagli schemi.

La longevità è piuttosto limitata, nonostante il prezzo budget non possiamo non tenere in considerazione un costo elevato per due ore di gameplay.

 

Ecco di seguito il comunicato stampa ufficiale di Back in 95

“Un ritorno al survival horror e ai giochi di mistero della generazione a 32 bit della metà degli anni ‘90, Back in 1995 ha ricreato fedelmente tutto ciò che proviene da quest’epoca di giochi quasi dimenticata.
Fatti trasportare in un mondo concreto e indistinto, dove devi scoprire il mistero che circonda la scomparsa di tua figlia, la catastrofe che ha scosso la città, e perché alla fine hai deciso di tornare.
– perditi nel mondo nostalgico della grafica 3D rétro, che include modelli a bassa risoluzione, texture warping, emulazione CRT e angoli fissi delle telecamere a circuito chiuso
– rivivi il genere di gioco di mistero con un’interfaccia utente vecchia scuola 
– esplora un paesaggio urbano rado nel 1995 disseminato di indizi sul passato
– interagisci con un cast di personaggi rovinati le cui intenzioni non si possono mai veramente conoscere
– scopri il mistero di te stesso, di tua figlia e di quello che è successo alla città”

Lo stile visivo e le tematiche trattate sono davvero accattivanti.

Se avete amato Alone in the Dark e Silent Hill allora non perdetevi il gioco (disponibile anche su Steam).

Back in 1995 potrebbe fare la gioia di chi sta cercando qualcosa di diverso sulla sua Switch.