Cadaver – Amiga

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Il nano avido

Cadaver è un titolo del 1990, altra opera che mostra tutta la maestria degli straordinari Bitmap Brothers, uno dei team di sviluppo più interessanti dell’epoca che ci ha lasciato alcuni dei giochi più interessanti e indimenticabili per Amiga.

Cadaver ci vede alle prese con un action adventure dove vestiremo i panni isometrici di un nano affamato di oro. Per ottenere il suo tesoro, il nano in questione si mette alla caccia di un negromante pronto ad ucciderlo dopo aver esplorato il suo castello.

Si riconoscono subito le atmosfere dalla Bitmat Brothers, il deisgn massiccio e quella sensazione di massa e sostanza che ci danno gli sprite di personaggi e scenari.

Un action adventure atipico

Cadaver è un action adventure piuttosto particolare, ci troveremo infatti a risolvere numerosi puzzle, uccidere creature e superare vari livelli sfruttando le nostre possibilità di lancio di oggetti o saltando in qua e in la per le schermate di gioco. Il titolo risulta ancora oggi divertente, sia sotto il punto di vista estetico che nelle sue meccaniche originali e uniche.

Ogni schermata metterà a dura prova il nostro ingegno e ci delizierà nella realizzazione grafica davvero straordinaria.

Un altra perla dei Bitmap Brothers

Cadaver risulta quindi un’altro grande lavoro dei Bitmap Brothers, un gioco che vanta il marchio di fabbrica del team: l’originalità, e che riesce a proporre qualcosa di completamente diverso da ciò a cui siamo abituati, soprattutto al giorno d’oggi. Un titolo da riscoprire e da giocare assolutamente, specialmente se dovesse uscire un emulatore Amiga, nello stile di Nintendo Classic Mini e Super Nintendo.

I Bitmap colpiscono quindi di nuovo, non ci resta che avventurarci nel castello di Wulf in cerca di tesori e di mostri da uccidere nei modi più svariati.

Una grande perla che non può mancare nella collezione del retrogamer che si rispetti.