Criticom – Sega Saturn

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Un Mortal Kombat all’arma bianca

Uscito nel 1996, Criticom può apparire abbastanza orrido all’occhio moderno, in particolare a causa della sua grafica così strana e passata, da diventare piacevole con un po’ di pazienza.

Il gioco sembra una specie di imitazione di Mortal Kombat che riesce però a vantare uno stile tutto particolare, specialmente grazie all’utilizzo effettivo delle armi dei personaggi. Inoltre Criticom vanta atmosfere eteree e metafisiche si fondono con una colonna sonora davvero sorprendente, confezionato un prodotto strano, ma divertente e capace di conquistare la sua rosa di sostenitori.

Criticom non è certo un capolavoro, ma grazie alla sua ambientazione aliena e allo stile scelto per il design dei personaggi, guadagna la sua identità unica e ci diverte soprattutto oggi, guardando indietro al tempo dei picchiaduro che furono.

Superato lo scoglio della grafica e delle animazioni di scarsa qualità che non sfruttano il motion capture, Criticom diventa un titolo godibile, dal gameplay piuttosto lento e capace di mostra una sua identità in modo deciso.

Picchiarsi sul Saturn

Tra i giochi del genere disponibili su Saturn, Criticom merita di essere preso in considerazione, magari dopo un’accurata visione dei video di gameplay e partendo dal presupposto che questo tipo di gioco difficilmente invecchia bene. Mentre il 2d riesce a farci ancora sognare, il primo 3d soffre davvero moltissimo e si trasforma spesso in un orrore visivo fatto di pixelloni e animazioni posticce.

Promuoviamo in conclusione Criticom per le tecniche di combattimento dei suoi strani personaggi, per la scelta stilistica a volte un po’ blanda ma comunque diversa da tutto ciò che abbiamo visto prima e, in particolare per atmosfere e musiche dove il gioco, nonostante la solita premessa dei guerrieri intergalattici che combattono per una reliquia, riesce a farsi notare e a dar vita ai misteriosi scenari, così come alle sequenze di combattimento che ci vedranno immersi in un mondo completamente nuovo.