Dark Sun: Shattered Lands – MS DOS

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Il sole nero

Dark Sun: shattered lands, esce nel 1993 e si va ad unire alla schiera degli rpg dedicati al mondo di Dungeons and Dragons. Il titolo si presenta subito con grane classe e ci introduce immediatamente a un sistema di combattimento interessante in pieno stile Fallout. Ci troveremo alla guida del nostro party, inizialmente costretto a combattere ondate di mostri all’interno di un’arena per gladiatori. Una volta sopravvissuti alla mostruose creature sarà il momento di iniziare il massacro di guardie fino ad arrivare a liberare la città e darci alla fuga.

Eccoci quindi impegnati in una lunga battaglia per liberare tutte le città conquistate da un malvagio impero, il tutto a suon di mazzate, dialoghi e avanzamento di livello.

 

Una grande cura del dettaglio

Dark Sun: shattered lands si difende bene sia graficamente che tecnicamente. Lo stile visivo è interessante e per niente scontato, così come ben realizzati sono i personaggi, a volte non animati divinamente ma sempre gradevoli da vedere anche al giorno d’oggi.

Il sistema rpg poi è molo divertente e ci permette di gestire il nostro gruppo in pochi click e di seguire gli eventi sul campo semplicemente e con una certa rapidità.

Dark Sun è un buonissimo gdr, appagante e divertente e capace di coinvolgere il giocatore nelle sue storie e nel mondo brutale che ci racconta.

Un titolo che farà la gioia degli amanti del gioco da tavolo, ma anche di chi, innamorato di titoli come Fallout, ha voglia di un’esperienza simile ma dall’ambientazione alternativa.

Dark Sun vince su veri fronti e si dimostra un prodotto magari per una fetta precisa di videogiocatori ma capace di sfondare la barriera del tempo e divertire anche oggi, esattamente come il giorno della sua uscita.

Da giocare per tutti gli amanti del genere e per chi vuole provare un’esperienza diversa dal solito che fonde X-Com con Fallout e il meraviglioso mondo fantasy di D&D.