Humankind, Sega torna agli strategici classici

La lunga storia del genere umano

Tra le tante novità presenti alla GamesCom 2019, Humankind ha sorpreso un po’ tutti, da un lato per lo stile anacronistico che sembra davvero arrivare dal mondo del retrogaming, dall’altro per il coraggio di SEGA, di proporre un titolo di questo genere nel 2020.

Con Humankind, ci troviamo a quanto pare alle prese con uno strategico a turni con impostazione classica che ripercorrerà la storia dell’umanità fin dai primitivi, e forse ancora prima.

Il gioco permetterà di personalizzare enormemente la storia con le nostre scelte, combinando circa 60 culture diverse.

La civiltà che realizzeremo sarà quindi influenzata dalle scelte compiute e dalle guerre vinte o perse, attraverso una caratterizzazione culturale che potrebbe rivelarsi davvero innovativa.

 

Il ritorno degli stretegici

Il gioco è previsto per PC, ma non si esclude una successiva uscita console.

Quello che è certo è che ci troviamo di fronte a una sorta di sogno per gli amanti dei classici videogiochi di strategia.

Humankind infatti, sembra voler fondere uno stile estremamente retrò con meccaniche culturali complesse.

L’idea di creare la nostra società e di vedere gli affetti delle nostre azioni nel corso dei secoli è davvero accattivante.

Grande interesse è poi la componente antica, la storia quindi delle prime civilizzazioni e il modo in cui sarà gestita.

Per quanto ci riguarda siamo davvero curiosi, oltre che soddisfatti di questo grande ritorno degli strategici, genere abbandonato da tempo e che sembra vivere una seconda gioventù proprio con l’attuale e la prossima generazione.

Humankind non lo vedremo prima del 2020, nel frattempo però, usciranno sicuramente nuove informazioni e video di gameplay più dettagliati.

Gli amanti del mondo PC, avranno di che giocare, a quanto pare Civilization potrebbe trovarsi molto presto ad affrontare un agguerrito rivale.

Anche sotto il punto di vista estetico, Humankind sembra davvero valido.

Non vediamo l’ora di metterci le mani e dar vita alla nostra civilizzazione personale!