La lunga storia dei racing games

Joypad e motori son gioie e dolori

I giochi di corse sono fin dagli albori del videogioco una costante del mondo fatto di pixel e pad.

Protagonisti della prima era del gaming, i titoli di corse sono evoluti nel tempo offrendo diversi tipi di inquadratura, dal volo d’aquila alla classica inquadratura dalle spalle.

Il mondo dei racing games ha visto cult come 1000 Miglia, Outrun e altri prodotti che hanno segnato in modo indelebile il passato.

E’ con l’era Playstation però che i giochi di corse raggiungo la loro vetta diventando uno dei prodotti di punta dell’intrattenimento videoludico e territorio di sperimentazione tecnica.

Per la prima volta infatti, con Gran Turismo, Playstation offrire un intrattenimento superiore addirittura a quello dei cabinati arcade.

Gran Turismo è il primo gioco di corse che può vantare una grafica impressionante, caratteristica che, da lì in avanti avrebbe caratterizzato il genere.

I racing games infatti sono diventati nel tempo uno dei territori di avanguardia grafica.

La loro natura ha permesso nel corso degli anni lo sviluppo di tecniche fotorealistiche e l’utilizzo di texture di alta qualità agli sviluppatori.

 

Racing games oggi

Ancora oggi i giochi di corse vantano una grafica spettacolare.

Tra i loro Re c’è l’esclusiva Microsoft Forza Horizon 4, considerato il gioco di corse definitivo e diventato nel tempo una killer app di Xbox One.

A fare da padrone nel mondo corse c’è anche Rocket League, mattatore del casual gaming diventato nel tempo uno dei prodotti cult della generazione.

Rocket League non è propriamente un racing game, ma un intelligente ibrido che ha riportato la guida in auge nel mondo dei videogiochi.

Tra le caratteristiche più amate dei simulatori di corse e auto, c’è il tuning.

I titoli di questo genere ci permettono infatti di modificare a nostro piacimento i mezzi, dando vita a incredibili creazioni degne di un tuning shop.

Sempre in ambito tuning possiamo parlare della moto di Deacon St. John di Days Gone.

Il titolo survival a mondo aperto infatti,  dà un enorme risalto alla Ducati Wrangler del protagonista.

La moto è completamente personalizzabile e fa parte dell’esperienza di gioco in modo viscerale.

Non possiamo poi non citare GTA, nel particolare GTA V.

Il quinto capitolo della famosa saga open world infatti, oltre al crimine è dedicato alle auto.

Il sistema di guida e la personalizzazione nei garage, mostrano come il racing game, nonostante non abbia più il successo di un tempo, si sia radicato in modo profondo all’interno di differenti generi e titoli.

Il futuro dei giochi di corse

La saga di Forza Horizon porta avanti la bandiera dei titoli di corse.

Che cosa ci aspetti nella next gen ancora non lo sappiamo.

Quello che è certo è che gli amanti di questo genere sono ancora tanti e, tra volanti e pad, la voglia di correre a velocità incredibili non è cessata, fin dagli albori del videogioco.