Lemmings 2: The Tribes – Amiga

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Ancora animaletti con tendenze suicide

Uscito nel 1993, Lemmings 2: The Tribes è il seguito del celebre titolo capace di segnare per sempre il mondo dei videogiochi.

Anche questa volta ci troveremo alle prese con i poveri Lemmings, con la loro tendenza a cacciarsi nei guai e la loro necessitò di fuga, in questo caso spiegata da una trama che giustifica il tutto.

Le pacifiche tribù dei Lemmings hanno vissuto in pace fino ad oggi sulle loro isole, una terribile profezia però preannuncia una catastrofe alla quale dovranno sfuggire seguendo le istruzioni della guida (noi). Eccoci quindi di nuovo alle prese con le creaturine e con le loro abilità.

I lemmings di Lemmings 2 sono divisi in tribù, si va così a creare una particolare lore del mondo degli esserini. Ogni tribù inoltre è caratterizzata dalle sue caratteristiche specifiche, abilità e musiche.

More of the same, ma ci va bene così

Lemmings 2 introduce una valanga di nuove skill, alcune molto simili a quelle classiche, altre più originali.

La veste grafica, le musiche, così come la trovata delle tribù, rendono però questo gioco davvero straordinario.

Nonostante le differenze col primo capitolo non siano poi così marcate, e sia molto facile confondere i due giochi, se non entriamo nella profondità delle skills e degli scenari, Lemmings 2: Thre Tribes resta un grande capolavoro che vi affascinerà e catturerà nel suo gameplay anche dopo tutti gli anni che sono passati.

Un classico dei rompicapo, divertente e colorato che, a forza di tentativi e nuove partite vi porterà via parecchie ore.

Lemmings 2 è tutto ciò che il predecessore era, con un buon numero di aggiunte in grado di divertire il veterano e di esaltare chi si approccia per la prima volta al franchise.

Con il suo humor, i suoi buffi suoni e i suoi colori Lemmings 2: The Tribes è un gioco divertente e senza tempo consigliato a tutti in qualsiasi formato lo recuperiate.