Lo strano ritorno di Turok

Uno strano cacciatore di dinosauri

Turok: Escape from Lost Valley porta di nuovo sui nostri schermi il celebre franchise che ci vedeva alle prese con dinosauri e mostruosità varie.

Il nuovo gioco, in uscita su Steam, il 25 luglio, è davvero particolare e ha davvero poco a che vedere con il Turok che conosciamo.

L’ambientazione dei capitoli originali viene riproposta in un formato isometrico, 2d e con stile chibi.

Il risultato è un prodotto che appare davvero strano e che siamo davvero curiosi di scoprire.

Il richiamo retrò è davvero evidente, alcuni dubbi sulla scelta del nome Turok, dal momento che col celebre franchise ha davvero poco in comune.
Il gioco è un survival caratterizzato da una grafica particolarissima, schermate suddivise in riquadri e meccaniche che sembrano fondere action e platform.

Il nuovo Turok deluderà di sicuro i fan della serie ma potrebbe invece divertire chi lo affronterà come un gioco a sé.

 

Un mini Turok sta per arrivare

“Turok: Escape from Lost Valley è un action adventure in terza persona in cui impersoniamo Turok nel tentativo di trovare una strada per tornare a casa”

“Il giocatore esplora questo strano scenario in compagnia di Andar e dovrà utilizzare tutte le risorse dei personaggi per sopravvivere ai pericoli e alle creature che popolano la Lost Valley.”

Restiamo in attesa di maggiori dettagli, di sicuro però questo Turok ha destato il nostro interesse.

La sensazione è che alla grafica chibi possa venire affiancato un sistema di sopravvivenza brutale e appassionante.

Gli sviluppatori potrebbero aver deciso di sfruttare la leggerezza dello stile visivo per implementare dinamiche interessanti.

Non ci esta quindi che attende l’uscita del gioco.

Per chi sperava in un nuovo Turok vero e proprio, il consiglio è invece quello del retrogaming.

Quello di sicuro, non vi deluderà mai!

I classici sono classici, ed è meglio goderseli originali senza attendere remake e reboot.