Rampage – Nintendo NES

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Mostri giganti all’attacco

Rampage esce nel lontano 1987 e porta una ventata d’aria fresca nel neonato mondo dei videogiochi. Questa volta infatti non impersoniamo il solito eroe e non stiamo salvando un bel niente, anzi, il nostro protagonista è un mostro gigante ispirato al cinema d’epoca e a creature come Godzilla e King Kong; il nostro scopo è proprio quello di distruggere le principali città degli USA, mangiando cittadini e facendo a pezzi elicotteri e soldati che ci vengono mandati contro.

La premessa è originalissima e dà vita a un titolo in stile arcade divertente e appagante, in particolare grazie allo stile spensierato e alle meccaniche di gioco interessanti.

Scalare grattacieli e distruggere elicotteri

In Rampage avremo la possibilità di saltare, colpire in varie direzioni e, in particolare, di scalare grattacieli distruggendoli, usandoli come trampolini per abbattere elicotteri o per eliminare cecchini. Mentre ci arrampichiamo possiamo fare dei buchi dentro agli edifici dove spesso si trovano civili da mangiare o cure sotto forma di alimenti. Ecco che la nostra opera di distruzione di fa più complessa e divertente lasciandoci impersonare il mostro gigante come più ci piace e in maniera assolutamente originale.

Rampage è per prima cosa divertente, è proprio questo che lo rende un titolo indimenticabile per NES, la possibilità di godere dell’esperienza con altri giocatori (ovviamente in locale), trasforma i frenetici livelli in una ulteriore fonte di adrenalina e risate.

Essere mostri, ancora una volta

Rampage merita assolutamente la vostra attenzione, nonostante non ci troviamo di fronte a un capolavoro, di sicuro siamo davanti a un titolo che non aveva paura di sperimentare e la cui idea, ancora oggi, funziona e diverte giocatori di ogni epoca.

I mostri stanno arrivando, se amate creature giganti e città distrutte, è il momento di provare l’esperienza da un punto di vista alternativo!