S.T.A.L.K.E.R. – PC

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Orrori nucleari

S.T.A.L.K.E.R. è un titolo cult, uscito per la prima volta nel suo episodio “Shadow of Chernobyl” su PC.

S.T.A.L.K.E.R. è uno di quei giochi che si trovano ancora oggi spesso in streaming e un vero e proprio prodotto immortale che nutre di una grande schiera di ammiratori, modder e giocatori incalliti.

L’idea di S.T.A.L.K.E.R. è molto originale, il titolo infatti è un fps con elementi survival che ci vede vestire i panni di uno dei tanti razziatori che si aggirano per i resti di una chernobyl ormai devastata, divenuta luogo solo per predoni e orribili creature mutanti.

L’ambientazione sovietica così come le atmosfere che uniscono horror e shooter bellico, danno vita a un’esperienza incredibilmente realistica, appassionante e potente che difficilmente vi toglierete di dosso e vi farà venire una gran voglia di giocare l’intera saga.

 

Un pezzo di storia del mondo PC

Le atmosfere di S.T.A.L.K.E.R. sono davvero uniche e nemmeno il celebre Metro è riuscito a eguagliarle.

La sensazione di impotenza di fronte all’orrore e alla brutalità dell’ambiente, gli scontri a fuoco ultrarealistici e l’interazione con gli altri S.T.A.L.K.E.R., tutto dà vita a un’esperienza difficilmente descrivibile senza provarla in prima persona.

Un tipo di immersione che non traspare nemmeno da un semplice gameplay filmato ma che necessita di toccare con mano per essere davvero provata.

S.T.A.L.K.E.R. è e rimarrà per sempre un cult, il titolo, il cui successore spirituale potrebbe essere il promettente Chernobylite, è uno dei survival horror più particolari mai realizzati, un gioco che merita tutta la vostra attenzione, in particolare se affiancato dalle giuste mod che permettono di superare il muro del tempo e il dettaglio tecnico un po’ invecchiato dal 2007 ad oggi.

Il consiglio è comunque quello di vivere questa esperienza, soprattutto se amanti del genere e delle atmosfere più cupe e apocalittiche.