Samurai Zombie Nation – Nintendo Nes

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Teste di Samurai

Titolo cult del mondo nipponico e occidentale, Samurai Zombie Nation è una pura abbuffata di follia e bullet hell uscita nel 1990 e capace ancora oggi di tenere impegnati streamers e youtubers alla ricerca dell’hardcore game folle per eccellenza.

Il titolo ci vede alla guida della testa gigante di un antico samurai impegnato a combattere l’ondata di zombie guidati da una terribile creatura aliena che ha preso il c0ntrollo di una potentissima spada Samurai, oltre che di esseri umani e della stessa Statua della Libertà.

Una serie di follie e assurdità che mascherano forse un titolo di distruzione e sterminio per un qualche misterioso motivo.

Fatto sta che ci trovremo a guidare un faccione gigante capace di sputare presumibilmente fuoco e di vomitare addosso ai suoi nemici, il tutto in sequenze di bullet hell davvero Hardcore, degne del peggiore dei Sans di Undertale.

 

La pazzia non invecchia mai

E’ proprio la folli,a la difficoltà e l’assurdità del tutto l’elemento distintivo del titolo. E sono proprio questi gli ingredienti che trasformano un gioco snobbato al tempo della sua uscita in una specie di cult senza tempo amato da milioni di giocatori e ancora studiato e discusso su forum e canali.

Che dire, Samurai Zombie Nation non ha di sicuro perso il suo fascino con il passare del tempo, ne ha anzi guadagnato mostrandoci al giorno d’oggi un gameplay difficile ma solido, assieme a una generale follia che non può non farsi notare e affascinare ancora oggi il videogiocatore stanco di Cliché eroi tutti uguali e videogiochi a una sola morale. Non capita spesso di guidare una testa gigante che distrugge intere città popolate da zombie alieni.

Da recuperare per tutti i fortunati possessori della consolle originale, o almeno da emulare per provare almeno una volta uno dei titoli più strani e particolari della mitica era Nintendo.