The Smurfs’ Nightmare – Game Boy

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

L’incubo dei puffi

Uscito nel 1997, The Smurfs’ Nightmare è un titolo dedicato al mondo dei puffi, per l’esattezza il terzo della saga di videogames con protagonista il popolo blu e il malvagio Gargamella.

Il gioco si fa notare immediatamente per l’altissimo livello visivo, la grafica è eccezionale, specialmente all’interno del villaggio dove vi troviamo di fronte a un vero e proprio cartone animato in movimento. I veri e proprio livelli subiscono un leggero calo nel dettaglio, mantenendo comunque una fattura di discreta qualità.

Il gioco ci vede avventurarci all’interno di una serie di incubi che hanno paralizzato il villaggio dei puffi, naturalmente causai da una pozione di Gargamella. Eccoci quindi impegnati all’interno di sequenze platform anche molto complesse dove ci ritroveremo a saltare in testa ad avversari di vario tipo e districarci all’interno di situazioni puzzle e livelli costruiti in verticale.

Puffi portatili

Il gameplay è piuttosto solido e riesce a divertire e intrattenere, il gioco è estremamente complesso  e poco si sposa forse con la clientela più piccola. Di sicuro però ci troviamo di fronte a un buonissimo platform che parte da premesse interessanti e riesce a divertirci e appassionarci in quest versione più dark dell’universo dei puffi.

Ogni incubo infatti avrà le sue caratteristiche peculiari, i suoi avversari e il suo livello dedicato, ci immergeremo quindi nelle profondità della mente dei principali personaggi della saga, e di sicuro ne vedremo delle belle.

Questo incubo dei puffi risulta nel complesso un buon gioco per chi è in cerca di un platform portatile per il suo vecchio gameboy  o per una versione fiammante degli emulatori usciti e in uscita in questo periodo di revival retrò.

Un gioco valido, divertente, niente di eccezionale ma sicuramente un buon intrattenimento, soprattutto per i nostalgici e gli amanti delle avventure delle buffe creaturine blu.