Thunder force 3 – Sega Mega Drive

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

La guerra continua

Uscito nel 1990 con una realease internazionale, Thunder Force 3 segue il successo dei suoi predecessori andando però a eliminare definitivamente la formula dek doppio gameplay. Scompare infatti la possibilità di combattere con visuale dall’alto, a favore di una visuale laterale che segnerà il resto di questa straordinaria serie. Il gioco è raffinato all’ennesima potenza, in particolare per quanto riguarda la grafica che ci regala scorci stupendi e avversarsi dal design eccezionale, in particolare per quanto riguarda i giganteschi boss di fine livello.

Il gioco vede poi la possibilità di differenti tipi di fuoco, caratteristica distintiva della serie, le cui frenetiche combinazioni danno vita a fasi di gameplay davvero uniche, frenetiche e divertenti.

Morte agli ORNS

Continua quindi la guerra all’impero di ORN attraverso vari mondi tra cui potremo selezionare fin dall’inizio. Tutto è elevato in potenza, migliora il sonoro, migliora la grafica, migliora il numero di armi e nemici, così come cresce la qualità del gameplay, ancora più solido e compatto, in particolare con la rimozione della visuale dall’alto, amata da molti, ma che spezzava un po’ il gameplay con uno stile complesso e leggermente grezzo.

Eccoci quindi di nuovo a sparare come non mai in un titolo eccezionale che apre al strada ai suoi sequel.

Un gran titolo per gli amanti degli sparatutto

Thunder Force 3 risulta quindi un altro pezzo da 90 immancabile per chiunque ami questo straordinario genere. un gioco divertente ai massimi livelli, godibile da chiunque e in qualsiasi epoca, data la straordinaria grafica 2d che non invecchia mai grazie a un design d’eccezione, grafica che anzi ritorna, come fonte di ispirazione per tutti quei prodotti indie che tentano di replicare gli anni d’oro del videogioco. Non si rimpiange il taglio della visuale dall’alto, con questo capitolo infatti, Thunder Force, conquista definitivamente la sua identità più pura.