Zynaps – Commodore 64

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Navicelle organiche e imprecazioni su Commodore 64

 

Zynaps esce nel 1987 e ci viene riproposto all’interno della collezione dedicata a Commodore 64 Mini.

 

Ancora una volta ci troviamo di fronte a un prodotto dall’estetica estremamente moderna e minimale che non sente affatto il passare del tempo e si presente fresco a interessante soprattutto per una clientela di neo-retrogamers, che magari non hanno mai giocato le grandi glorie del passato.

 

La scorza moderna forte di design di qualità nasconde però un cuore estremamente ancorato al passato mettendoci di fronte a un gameplay classico e soprattutto assolutamente spietato.

zynaps è difficile oltremisura, lo spazio all’interno il quale ci muoveremo è infatti estremamente limitato, rendendo le nostre manovre di fuga spesso ai limiti dell’impossibile. Si aggiunge la scelta di fare esplodere la nostra povera astronave alla minima compenetrazione di pixel, elemento che rende le battaglie un vero e proprio inferno di proiettili con avversari che sbucano da ogni dove e odiatissimi missili guidati quasi invisibili che ci colpiscono proprio quando pensiamo di avercela fatta.

Fin dove arriverai?

Zynpas sembra sfidare il giocatore a raggiungere il punto più lontano possibile, superare i livelli è un’impresa quasi impossibile e a ogni morte dovremo ricominciare da zero. Malvagi in modo quasi inconcepibile sono i terribili boss, vere e proprie spugne di proiettili che dovremo riempire di raggi, missili e quant’altro prima di vederle finalmente deflagrare davanti ai nostri occhi. In questo caso la già citata difficoltà raggiunge picchi, spesso frustranti, con il lato positivo dei festeggiamenti e dell’esaltazione che proviamo una volta sconfitto un gigantesco avversario.

Zynaps è nel complesso un titolo interessante forte di un gameplay solido e difficilissimo così come di una grafica appagante e piacevole che non sente il passare degli anni e rappresenta in modo eccezionale lo stile visivo Commodore 64, da giocare, sia sulla consolle Mini, che per tutti i fortunati possessori, sul device originale.