Area 51 – Playstation 2

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Illuminati e alieni grigi

Uscito nel 2009, a ridosso della nuove generazione, Area 51 è un interessante shooter che non si limita a fornire una grafica di altissimo livello e un gameplay divertente, ma riesce anche a imbastire una trama complessa che va a toccare teorie del compl otto e segreti di stato Americani.

Area 51 vede anche due doppiatori d’eccezione, Mulder (David Duchovny) di X Files e il cantante Marilyn Manson. Il risultato finale è uno sparatutto appassionante che riesce a unire fantascienza e horror sfociando poi in una trama davvero coinvolgente rispetto alla media di questo genere.

Il titlo è ricco anche di collezionabili che chiariscono alcuni elementi della storia e accrescono la lore generale tra patti con gli alieni grigi e una corsa al potere di alcune associazioni segrete legate al governo degli USA e alla famigerata area 51.

Sparare e esplorare

Area 51 vanta un gameplay solido fatto du un gunning classico che si va poi a mischiare agli equipaggiamenti sperimentali e alieni, potentissimi e in grado di dare una marcia in più al gameplay.

La componente vincente del titolo sta proprio nella sua atmosfera e nelle sequenze inquietanti e claustrofibiche che ci porteranno a scoprire gli orrori nascosti all’interno della base segreta.

Un titolo che riprende l’eredità di Half Life, creando i presupposti per prodotti della generazione successiva come Dead Space.

Area 51 è un gioco eccezionale nel suo genere e un titolo che merita assolutamente la vostra attenzione, soprattutto se avete da poco recuperato una ps2 o se pensate di acquistarla.

Uno dei prodotti meglio riusciti dell’epoca che precede la Playstation 3, e un titolo con un comparto tecnico che già strizzava l’occhio alla nuova generazione.

Tra complotti e atmosfere cupe, Area 51 è un viaggio che merita fare, per conoscere strani personaggi e salvare ancora una volta il mondo da una terribile cospirazione transdimensionale.