Cannon Fodder – Amiga

  • Presentazione
  • Grafica
  • Sonoro
  • Giocabilità
  • Longevità

Dopo aver ridefinito i giochi di calcio, i ragazzacci di Sensible Software tentarono di fare lo stesso con i giochi di guerra, scottandosì però con la censura inglese. Fa sorridere dirlo oggi, che nei videogame c’è più violenza che pixel, ma all’inizio degli anni ’90 anche un gioco “carino” come Cannon Fodder finì nel mirino dei benpensanti. Perfino l’esercito inglese tentò di bloccarne la vendita, a causa di alcuni riferimenti sulla copertina.

Cannon Fodder - AmigaA parte le questioni di contorno, e forse per merito dell’attenzione che creaorono attorno al gioco, Cannon Fodder divenne subito celebre grazie alla sua forte originalità. Univa un sistema di controllo (e un’inquadratura) da titolo strategico a un gameplay con influenze più arcade, mostrando comunque un discreto spessore. A partire dal titolo, che in italiano significa “carne da cannone” era una chiara presa in giro della guerra e di tutte le sue componenti.

Peccato che in pochi, a parte gli appassionati di videogame, se ne accorsero prendendo sul serio quello che era un dei primi esempi di satira videoludica. Nella versione su CD-ROM, gli sviluppatori si misero perfino a cantare un intero pezzo demenziale intitolato “War Has Never Been so Much Fun” diventato leggenda. Sì ma il gioco com’era? Il gioco era ottimo, offrendo oltre 70 livelli di azione strategica in cui si dovevano usare cervello e riflessi.

Cannon Fodder - AmigaIl nostro mini plotone di soldati risultava piuttosto fragile e si doveva tener conto persino degli ostacoli naturali durante lo spostamento sul campo di battaglia. Altre variabili “tattiche” erano rappresentate da edifici e veicoli, nonché i tanti modi che il nemico poteva usare per spazzarci via. L’unico aspetto negativo, sulla distanza, era una certa ripetitività e i comandi che ogni tanto non stavano al passo con l’azione su schermo (spesso rapida come un arcade).

Al di là dei piccoli difetti, Cannon Fodder è stato una pietra miliare del genere action/strategico e uno dei primi tentativi riusciti nell’unire due generi diversi tra loro. Viene ricordato soprattutto per la spettacolare canzoncina-slogan, ma anche nel gameplay riuscì a dare grosse lezioni. La prima e più importante: anche sulla guerra si può scherzare, senza far male a nessuno.

Acquista su Ebay

Basandosi su questo articolo, i giocatori di InsertCoin si sono interessati ai seguenti prodotti: