Gunlord – Sega Dreamcast

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Il signore delle armi

Seguito di Last Hope, GunLord è un titolo uscito su Neo Geo e Dreamcast, ricordato per la sua versione su console SEGA.

Ci troviamo di fronte a uno shooter di qualità che ricorda per certi versi l’immortale Turrican.

Il gioco è strutturato in una serie di livelli non lineari che incoraggiano all’esplorazione e si concludono con boss di fine livello giganteschi e agguerriti.

Il titolo vanta una direzione artistica piuttosto ispirata, oltre all’originalità di un prodotto di questo tipo in era Dreamcast.

La colonna sonora è a dir poco eccezionale e ascoltarla oggi è quasi certezza di lacrime per molti utenti che hanno affrontato Gunlord al tempo della sua uscita.

Nota di demerito va alle ambientazioni, ben realizzate ma davvero troppo monotone, soprattutto se confrontate alla qualità generale della produzione.

Gunlord è un titolo cult ancora oggi molto divertente tanto da aver visto un ritorno s Nintendo Switch attraverso una versione migliorata dell’originale.

Giocare a Gunlord non è solo un’esperienza retrò, ma un’avventura sci-fi all’interno di un mondo e di un sistema di gioco senza tempo.

Pixel art e design

A rafforzare l’esperienza generale ci pensa una pixel art eccezionale che sfrutta alla perfezione le meraviglie tecnologiche dell’era Dreamcast senza buttarsi nel primi 3d, di difficile digestione al giorno d’oggi.

Il sistema di gioco è appagante e divertente, a spiccare sono naturalmente gli splendidi boss, creature enormi e cattivissime dal design curato e particolare che ricordano in certi frangenti le terribili locuste di Gears of War.

Se siete fortunati possessori di Dreamcast o utenti Nintendo Switch, il consiglio è quello di dare una possibilità a questo gioco, un prodotto che non mancherà di regalare emozioni a tutti coloro che sono alla ricerca di azione sfrenata e scontri furiosi con boss e spaventose creature di ogni genere.