Horizon Zero Down su PC? Un rumor sembra mostra la nuova strategia Sony

Un rumor recente, o meglio la dichiarazione di un giornalista, sembra prevedere l’arrivo di Horizon Zero Dawn su PC nel mese di febbraio 2020.

A riportarlo è il giornalista russo Anton Logvinov, che sostiene inoltre, l’intenzione di Sony di trasporre su PC, a tempo debito, tutte le sue esclusive PS5.

Si tratterebbe di una mossa unica, capace di cambiare completamente il volto del mercato videoludico e interrompendo in modo definitivo il sistema delle esclusive.

I titoli, diventerebbero così esclusive temporali, disponibili in anteprima, anche di anni, sulle console native, ma destinati a sbarcare su PC presto o tardi.

E’ un processo che stiamo vedendo dal lato Microsoft che ha trasferito tutti i suoi franchise su PC.

Inoltre di recente, abbiamo visto Sony annunciare l’arrivo di Death Stranding anche su PC.

Un caso unico dal momento che si tratta di un’esclusiva finanziata e fortemente sostenuta da Sony.

L’uscita del gioco sviluppato da Guerrilla Games avrebbe lo scopo di rilanciare il franchise in vista dell’annuncio del secondo capitolo, previsto in questo caso su Playstation 5.

Horizon potrebbe quindi conquistare il mercato PC, aprendo la strada alle numerose esclusive di Sony.

Una notizia interessante che, se confermata, potrebbe davvero far pensare alla fine delle esclusive e, addirittura, ipotizzare l’arrivo di giochi esclusivi anche su console rivali, magari con stacchi di anni tra la release e il port.

Per quanto ci riguarda, la speranza è quella di vedere un mercato unificato, senza la necessità di acquistare più di una console per godere dei titoli.

D’altro canto, speriamo che questa non sia una sorta di resa delle console che potrebbero accettare di cedere al mondo PC nei prossimi anni.

Il gioco plug and play rimane una priorità e difficilmente Sony, Microsoft e Nintendo abbandoneranno un mercato che ha contribuito più che mai alla crescita del media e alla produzione di alcuni dei titoli più belli e importanti di sempre.

Di sicuro però, l’arrivo dilazionato su PC potrebbe essere una tendenza positiva per gli utenti PC e per chi non possiede una console ma ha magari un PC prestante.