Mad Max – Nintendo Nes

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Max il pazzo su Nintendo Nes

Uscito nel 1990, Mad Max è un titolo dedicato al mondo del guerriero della strada che cerca, con le limitazioni del tempo di creare una realtà postapocalittica a base di armi e auto. Il risultato è piuttosto piacevole, impreziosito da una serie di meccaniche che risultano molto gradite oltre che da una grafica interessante per l’epoca e che sopravvive anche al passare del tempo grazie a direzione artistica e cura del dettaglio.

Mad Max è principalmente un gioco di guida arcade, con tanto di sparatorie e combattimenti tra auto. Il cuore del gioco sta però in realtà nella disperata ricerca di risorse, ottenibili all’interno di particolari miniere dove potremo entrare direttamente a piedi, facendoci strada a colpi di fucile e recuperando acqua e viveri da barattare in cambio di benzina, armi e preziosissimi pass arena.

Sangue e arene

E’ proprio l’arena il cuore del gioco, il nostro obiettivo in ogni livello è infatti quello di ottenere abbastanza materiale per prima cosa per sopravvivere, per seconda, per accedere alle battaglie all’interno delle arene dove le auto si fronteggiano in uno scontro all’ultimo sangue. Questa meccanica pervade e si mette di fronte a una costante ricerca di nuove risorse in stile survival fino allo scontro finale e colpi di balestra con l’ultimissimo boss.

Il gioco è molto fedele al mondo al quale si ispira e offre un’esperienza prettamente retrò ma comunque godibile anche al giocatore moderno che potrebbe ritrovarsi sorpreso dalle interessanti idee che animano il titolo tie in.

Sicuramente non un gioco indimenticabile, ma allo stesso tempo un prodotto assolutamente degno, superiore a molti suoi emuli a in grado di divertire anche molto a seconda dei nostri gusti.

Consigliatissimo ovviamente agli appassionati della saga cinematografica che potranno immergersi nel violento mondo di Mad Max in salta 8 bit.