Medievil Remastered: le novità di Sony State of Play

Il ritorno di Sir Daniel Fortesque

Nel corso della notte Sony ha deliziato i fan di Medievil con una serie di informazioni e filmati su Medievil Remastered che conferma l’uscita per il 25 ottobre 2019 in esclusiva PS4.

Il remake del titolo del 1998 sembra incredibilmente fedele all’originale, addirittura troppo!

Il titolo infatti non pare aver subito una remaster totale come accaduto con l’ottimo Resident Evil 2 o semplicemente con Spyro, tornato in veste rinnovata.

Medievil, nonostante personaggi e ambientazioni lascino a bocca aperta, sembra comunque un titolo del passato, almeno da quanto visto nei video.

Eccellente invece l’estetica che pare aver preso a piene mani dalle animazioni originali del gioco per dare agli utenti di oggi quelli che era in mente degli sviluppatori dell’epoca.

Ne è passata di acqua sotto i ponti, eppure la tragicomica avventura di Sir Daniel Fortesque sembra ancora convincente, i primi gameplay, nonostante qualche dubbio sulle meccaniche, forse un po’ passate, ci sono sembrati molto interessanti e non vediamo davvero l’ora di metterci sopra le mani.

 

Retrogaming o innovazione?

Gallowmere non è mai stata così bella da vedere.

Le animazioni sono eccellenti e, le prime battaglie con i boss mostrate sembrano davvero ben fatte.

L’unico dubbio che rimane è legato all’interazione con l’ambiente e alle meccaniche di lotta vere e proprie.

Forse un remake più intenso avrebbe fatto bene al titolo?

I controlli originali, risultano oggi piuttosto complicati e legnosi.

Staremo a vedere il prodotto il risultato finale.

La paura più grande è che lo stile di gioco di Medievil, nonostante la meraviglia di personaggi e ambientazioni, possa non reggere il passare degli anni.

La struttura a livelli, così come alcune scelte di game design potrebbero lasciare perplessi, soprattutto i nuovi giocatori.

La speranza è l’ultima a morire e non neghiamo l’esaltazione di fronte ad alcuni elementi rinnovati che sembrano prendere vita nella nostra memoria.