Mercenary Force – Game Boy

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Sparatutto feudale

Uscito nel 1990, Mercenary Force è una vera perla del Game Boy che potrebbe donare ore di gioia ai fortunati possessori della gloriosa portatile Nintendo, vero status symbol del mondo videoludico retrò.

Ci troviamo di fronte a un titolo assolutamente originale e atipico, il gioco infatti si basa sul più classico degli shooter bidimensionali ma ne reinventa la formula inserendoci all’interno di una ambientazione feudale giapponese, dove, al posto della canoniche astronavi dovremo guidare un team di guerrieri da noi stipendiato con una scelta iniziale tra varie classi. Questi ultimi combatteranno in varie formazioni attaccando il nemico, ognuno con il proprio potere speciale.

Dovremo così gestire una vero squadrone di soldati, scegliendo le formazioni più adatte e, all’evenienza sacrificando un soldato che si trasformerà in un potente spirito in grado di annientare ogni cosa che incontra prima di scomparire.

Idee e stile

Mercenary Force conquista il giocatore con la sua grafica interessante e dettagliata, la musica ossessiva ma comunque piacevole e con un gameplay completamente nuovo che riesce a divertire e a svecchiare un genere fin troppo abusato.

Il Giappone feudale, con i suoi spiriti, i suoi Yo Kai, ninja e samurai, riesce inoltre e distinguere il titolo dalla massa e a dar vita a una esperienza assolutamente cult.

Il gioco è molto divertente, vanta boss di fine livello e una grande varietà di scelte nell’arruolamento iniziale che promettono una vasta rigiocabilità alla ricerca della squadra perfetta.

Ci sono poi degli anomali negozi sul campo ai quali possiamo accedere per acquistare oggetti curativi e altri ammennicoli.

Un titolo davvero peculiare e unico che ci troviamo a consigliare fortemente a tutti gli amanti di Game Boy e dei suoi giochi e a chi, magari avesse intenzione di acquistare una vecchia portatile Nintendo per riscoprire le gioie di questo piccolo gioiellino.