Predator – Amiga

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Braccati dagli alieni

Predator è un titolo cult del passato uscito per le più svariate piattaforme tra le quali Amiga.

Ci troviamo davanti a un prodotto che parte nella sua serie di port dal 1987, un titolo vecchissimo che cerca di portare il giocatore all’interno delle atmosfere della celebre pellicola e in parte ci riesce.

Predator infatti sfrutta al meglio la sua ambientazione e ci vede combattere in Vietnam principalmente con avversari umani, la minaccia del Predator è però costante e, quando verremo inquadrati dal terribili mirino della creatura aliena ci troveremo a fuggire fino all’inevitabile scontro finale che ci vedrà risolvere puzzle e lottare furiosamente con il predatore venuto a divertirsi sul nostro pianeta nel bel mezzo di uno dei conflitti più sanguinosi del 900.

Predator è un titolo che farà la gioia degli amanti del film, oltre che un retrogame notevole che potrebbe divertire anche chi non è interessato alla guerra tra umani e predatori.

 

Un cult game dal passato

Predator riesce a conquistare il giocatore con le sue ambientazioni, il gameplay immediato e complesso che prevede scontri a fuoco, combattimenti corpo a corpo, fasi di fuga e risoluzione di puzzle.

La grafica fa il suo lavoro, regalando forse delle tonalità troppo luminose per il titolo e l’ambiente di gioco.

Ci saremmo aspettati infatti una scelta cromatica ben più cupa per la produzione, cosa che non va inficiare comunque la buona caratterizzazione e gli sprite in pixel art convincenti.

Anziché creare un terribile tie in, Predator riesce a raccontare la storia del film in modo ludico, spingendo l’acceleratore proprio su quel Vietnam, geniale scelta dei creatori della pellicola e ancora oggi capace di regalare emozioni di retrogaming.

Un gioco che consigliamo tenendo ovviamente di conto la sua età.

Un retrogame nudo e crudo, che non si pu annoverare tra i sempreverdi ma che riesce comunque a divertire e sorprendere ancora oggi.