Silverload – MS DOS

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

Silverload – MS DOS | Un’avventura horror nel far west

Uscito nel 1995 e pubblicato anche su Playstation, Silverload è un’avventura grafica molto particolare.

Una storia interattiva che ci catapulta all’interno di un far west oscuro, dove le forze del male prendono forma trasformando il terrore della frontiera in qualcosa di più occulto ed esoterico.

Il gioco inizia con l’assalto da parte di un gruppo di licantropi che ci vedrà esplorare l’oscurità del west alla ricerca di un bambino rapito per un terribile rituale.

Grafica e atmosfera sono straordinarie e rendono questo gioco più godibile oggi che ieri, quando si perse nella miriade di titoli dell’epoca.

Ci troviamo infatti di fronte a un cult, un gioco originale e misterioso, forte di un doppiaggio vocale e di sequenze memorabili.

Geniale la visione oscura del west che trasforma il titolo in una icona di questo sottogenere horror.

Il gioco ricorda per certi versi le moderne avventure grafiche proposte come storie interattive, e si discosta, al di fuori degli enigmi dai classici del genere.

Silverload è un gioco particolare che potrebbe fare la gioia di molti, soprattutto per l’ambientazione e l’idea di fondo mai vista prima e mai più riproposta.

 

Un fumetto interattivo

Eccellente è la narrazione in forma fumetto di alcune sequenze.

Silverload riesce a regalare alcune scene importanti, e a colpire il giocatore con le sue musiche e le sue atmosfere.

Per i fan del far west con un debole per l’horror, questo è un titolo che potrebbe davvero restare nel cuore.

Avventurarsi in Silverload significa perdersi in città in rovina, conoscere una serie di personaggi carismatici e caratterizzati e scoprire un orrore profondo che si nasconde ai limiti della frontiera.

Non avrà i migliori puzzle, e in certi momenti può risultare un po’ troppo intricato, il nostro consiglio è comunque quello di riscoprire questa perla perduta.