Sinclair ZX Spectrum: un arcobaleno di modernità a 8 bit!

Diretto concorrente del Commodore 64, il Sinclair ZX Spectrum, si prese in fretta una grossa fetta del mercato dei computer grazie ad un rapporto qualità prezzo molto competitivoVenne prodotto a partire dal 1982 da un’azienda inglese che puntò quasi tutta la sua strategia di vendita su un processore di piccole dimensioni, veloce e con un costo relativamente basso. Il design accattivante e moderno, la scocca nera con il particolare dell’arcobaleno in basso a destra e gli innovativi pulsanti della tastiera in lattice, portarono rapidamente al successo commerciale di questa macchina tanto che, nel corso degli anni, tantissime aziende di altri paesi ripresero spudoratamente l’estetica del Sinclair e la clonarono sotto altri nomi.

Nonostante la mancanza del chip grafico che permetteva, nella maggior parte delle console vendute all’epoca, la creazione degli sprite (cioè immagini bidimensionali che si muovevano anche in profondità), e la mancanza di porte per collegare il joystick, la grande velocità dell’hardware e dell’accesso alla pagina video, permisero comunque di creare tantissimi titoli di gioco e di far muovere i personaggi attraverso ricercati comandi di programmazione.

A differenza del Commodore 64 il quale usava sia la periferica Datassette che la periferica floppy disk, il Sinclair ZX aveva come unica memoria di massa il registratore a cassetta. Ciò significa che ogni programma o gioco creato era esclusivamente su cassetta. Ma proprio questa differenza fu uno dei punti a favore del Sinclair ZX Spectrum a dispetto del Commodore. Se nel secondo c’era bisogno di una periferica specifica e creata appositamente per esso, nel primo bastava un qualsiasi registratore a nastro per far partire i giochi. Purtroppo però questo tipo di periferica a basso costo aveva lo svantaggio di essere molto lenta nel caricamento dei giochi. Per questo motivo nella seconda metà degli anni 80 vennero sviluppati dei turbo tape che permettevano velocità maggiori di caricamento a discapito, però, dell’affidabilità della lettura delle cassette.

Un’altro vantaggio del Sinclair ZX Spectrum era la facilità di programmazione. La tastiera, infatti, oltre ai caratteri alfa numerici, presentava vicino ogni carattere anche delle istruzioni che, se associate ai tasti CAPS e SYMBOL, permettavano di accedere e modificare il BASIC (linguaggio di programmazione usato negli anni 80). In questo modo era possibile programmare e cioè inserire all’interno del computer stesso stringhe di comandi che avrebbero permesso di creare o modificare software.

Infatti proprio per il Sinclair come per il Commodore, alcuni software di giochi e programmi erano venduti sotto forma di istruzioni cartacee da copiare a mano stringa dopo stringa. Questo permise una grande diffusione dei linguaggi di programmazione. Chiunque fosse in possesso di un pc poteva facilmente entrare in BASIC e modificarne alcune caratteristiche in base ai propri gusti oppure creare dal nulla giochi, anche abbastanza complessi.

Il grande successo del Sinclair ZX Spectrum non passò inosservato e nel corso degli anni alcuni difetti riscontrati in un numero limitato di macchine, portarono la concorrenza a gettare  fango su questa azienda. Un problema riscontrato tipico del Sinclair era il surriscaldamento dell’apparecchio dopo molto tempo di utilizzo. Problema che, peraltro, si sarebbe potuto risolvere facilmente facendo delle modifiche all’alimentatore della macchina.

Videogiochi per Sinclair ZX Spectrum:

Essendo molto conosciuto e venduto come console domestica per videogiochi vanta migliaia di titoli creati appositamente per questa piattaforma. I più conosciuti sono:

Ms. Pac-man

Protagonista la moglie di Pac-man, distinguibile per il fiocco rosso e le ciglia lunghe, che deve vedersela con i soliti fantasmini per liberare suo marito dalla prigione.  Questa versione viene resa più complessa dall’aggiunta di particolari che non permettono ai giocatori esperti di ripetere sempre le stesse mosse ripetitive per vincere ogni livello.

Knightmare

Gioco arcade di avventura in cui il protagonista del gioco deve fuggire dai sotterranei di un castello in cui è tenuto prigioniero.

Rainbow Islands

Il seguito di Bubble Bobble. E’ composto da 7 livelli, 3 isole segrete e 4 diversi finali di gioco a seconda del numero di diamanti raccolti durante il gioco. Il gioco è a scorrimento verticale e per passare al livello successivo bisogna salire sul punto più alto dell’isola, partendo dal fondo.

Zybex

Sparatutto a scorrimento in cui un astronauta, dotato di tuta jet-pac, deve superare 16 livelli sconfiggendo alinei e ostacoli vari.

Caratteristiche tecniche:

  • processore Zilog Z80A a 3,5 MHz
  • 16 kB ROM contenente il sistema operativo e l’interprete BASIC
  • 16 kB RAM (espandibili a 48 kB) per la versione Spectrum 16 kB o 48 kB RAM nella versione Spectrum 48 kB
  • dimensioni: 233 mm (larghezza) x 144 mm (profondità) x 30 mm (altezza)
Acquista su Ebay

Basandosi su questo articolo, i giocatori di InsertCoin si sono interessati ai seguenti prodotti: