The Terminator – Sega Mega Drive

  • PRESENTAZIONE
  • GRAFICA
  • SONORO
  • GIOCABILITA'
  • LONGEVITA'

The Terminator Sega Mega Drive | Il primo avvento delle macchine

Uscito nel 1992, The Terminator è la versione Sega Mega Drive del celebre film di fantascienza capace ancora oggi di toccare vette superate solo dal suo successore.

The Terminator vanta una colonna sonora incredibile, una trasposizione digitale del film che sembra guadagnare spessore grazie alle sonorita a 16 bit.

Ci troviamo di fronte a un prodotto interessante che segue le vicende del film in modo intelligente, mettendoci nei panni del protagonista impegnato nel salvare Sarh Connor dall’arrivo del Terminator.

Il gioco è strutturato in sequenze d’azione ben realizzate, intervallate da schermate fisse molto poetiche dove ci viene narrata l’avventura dell’eroe principale.

Terminator è un tie in, e soffre un po’ di questa sua natura risultando spesso fin troppo sbrigativo nonostante il grande lavoro svolto dal lato artistico.

Nel complesso però ci troviamo di fronte a un prodotto cult che non possiamo non consigliare, soprattutto agli amanti della pellicola.

 

The Terminator Sega Mega Drive | Direzione artistica e comparto tecnico

Sotto il punto di vista della direzione artistica e della qualità generale, Terminator è davvero eccellente e risulta ancora oggi godibile, specialmente se amate la pixel art.

Dal lato gameplay il gioco, nonostante una certa varietà di situazioni, risulta un po’ semplicistico e poco rifinito, elemento che gli toglie qualche punto.

Affrontato all’epoca, The Terminator poteva deludere e frustrare il giocatore nelle sue sequenze.

Quello che ci troviamo per le mani oggi è però un piccolo gioiello che porta con sé la storia di una saga incredibile specialmente negli episodi storici, e una colonna sonora di raro spessore.

Un titolo affascinante che consigliamo, in particolare agli amanti del genere action e ai fan del film.

The Terminator avrebbe potuto essere un capolavoro, nonostante i suoi difetti, apprezziamo la fedeltà alla pellicola e la narrazione davvero bella con frasi incisive e screen memorabili.